Castelli, fortezze e città fortificate
| Home | Castelli Chianti | Castelli Fiorentini | Castelli Senesi | Castelli Aretini | Castelli Maremma | Stato dei Presidi |
| Castelli Umbria | Rocca Radicofani | Rocca San Leo | Castelli da sogno | Grandi battaglie | Giostra Saracino | Giochi medioevali |

| Home Castelli Umbria | Antognolla | Borgo Cibottola | Cavalieri di Malta a Magione | Castello Gaiche | Castello Montesperello |
| Castello Prodo | Castello Zocco | Mongiovino | Montecolognola | Rocca Apollinare | Rocca Capodacqua |
| Rocca Leone | Rocca Polvese | Rocca Spoleto | Beccati Questo | Torre Lambardi | Torre Orlando |

Il Castello dell'Antognolla



Quel monastero che diventò un castello


L'Antognolla è un imponente castello sito poco a nord di Perugia lungo la strada SP169 Antognolla Ascagnano.

Il castello è sito sulle pendici tra il monte Tezio ed il monte Corona.

Il Castello dell'Antognolla


Le origini del castello dell'Antognolla non sono certe.

Certa è invece la presenza di un monastero benedettino dedicato a San Pietro ed ancor più certa la presenza della cripta di San Ercolano.

Il Castello dell'Antognolla


Di questo antico monastero restano la piccola chiesa, adiacente al castello, dedicata a Sant'Agata e, nei sotterranei del castello stesso, la cripta di San Ercolano con gli affreschi, in tardo stile bizantino, raffiguranti il martirio del Santo perpetrato da parte dei Goti di Totila.

Fu in questa cripta che fu sepolto il corpo del Santo dopo la prima traslazione del 723, e qui rimase fino al 1378, quando le Sue reliquie furono poi traslate a Perugia con una grande processione.

Affreschi della cripta


Poi, circa a cavallo del 1200, il monastero venne trasformato in castello.

Vista la posizione assolutamente strategica rispetto alla difesa di Perugia, quasi ci si stupisce che non lo avessero costruito prima.

Dal castello si controlla infatti la valle tra il monte Corona ed il monte Tezio ovvero la strada che dalla valle del Tevere porta fino al Castello della Pieve del Vescovo.

In pratica questo castello difendeva l'angolo nord ovest di Perugia.

Ma era utile anche (e forse più) per chi doveva scappare velocemente da Perugia stessa.

La storia ci ricorda l'assedio del 1404 con (sfortunato) protagonista Jacopo degli Arcipreti o la presa del 1480 da parte dei Baglioni, Signori di Perugia, contro i Conti dell'Antognolla.

Il Castello dell'Antognolla


Comunque i Conti dell'Antognolla rimasero padroni del castello fino al 1628 quando passò a Cornelio Oddi.

Nel 1836 il castello fu venduto a Giovanni Battista Guglielmi di Civitavecchia, attivo possidente agrario dell'epoca.

In molte biografie il Guglilemi è chiamato con il titolo di Marchese ... "acquistato", sempre nel 1836, allorquando comprò anche il castello di Valenzino ad Umbertide.

Poi è storia recente fino alla attuale proprietà che sta investendo per realizzare un grosso centro alberghiero - residenziale a completamento del noto campo da golf.

Il Castello dell'Antognolla


Lo ammettiamo ... tutte le foto che inquadrano il castello sono state "ritoccate" avendo fatto "sparire" la gru che da tanti anni si stagia sullo skiline del castello e della valle.


Devi andare in USA per lavoro o turismo? Allora hai bisogno dell'Eletronic System of Travel Authorization per gli USA.

Con i servizi offerti da ESTA la ottieni in solo 48 ore.




fortezze.it
Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/2001



oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su








fortezze.it è pubblicato con
Licenza Creative Commons
























Castello dell'Antognolla