Castelli e fortezze
| Home | Castelli Chianti | Castelli Fiorentini | Castelli Senesi | Castelli Aretini | Castelli Maremma | Stato dei Presidi |
| Castelli Umbria | Rocca Radicofani | Rocca San Leo | Castelli da sogno | Grandi battaglie | Giostra Saracino | Giochi medioevali |

| Home Stato dei Presidi | Le torri di avvistamento sull'Argentario | Forte Filippo | Forte Stella | Rocca di Porto Ercole |

L'Argentario e lo Stato dei Presidi



La penisola dell'Argentario è stata da sempre una terra ed un mare di contesa.

Rimanendo solo in epoca quasi recente nel 1517 i Senesi si scontrarono (e persero) contro la flotta Papale di Andrea Doria che occupò Porto Ercole fino al 1530.

Nel 1530 La Repubblica di Siena rioccupò l'Argentario e nel 1532 l'architetto militare Baldassarre Peruzzi studiò come meglio difenderla specie nel comprensorio di Porto Ercole.

All'epoca addirittura si credeva che l'Argentario era il miglior posto in Italia ove realizzare una città fortificata.

Forte Filippo II

Porto Ercole - le fortezze difensive vista da Forte Stella


Nel 1552 Porto Ercole fu occupato dall'esercito franco - senese di Piero Strozzi.

Fu in questo periodo che a Porto Ercole furono realizzate o potenziate o finite le fortificazioni di Forte Filippo, di Forte Stella, della casamatta di Forte Santa Caterina e del Bastione di Santa Barbara.

Porto Ercole

Porto Ercole - il porto

Quando nel 1555 la Repubblica di Siena cadde sotto gli attacchi degli Spagnoli di Carlo V e dei Fiorentini di Cosimo I dei Medici, Carlo V concesse al Granducato Mediceo tutti i territori senesi con la sola esclusione dei territori di Orbetello, della penisola dell'Argentario e di Porto Longone (oggi Porto Azzurro) nell'Isola d'Elba.

La mappa dell'Argentario


Questi piccoli territori formarono "lo Stato dei Presidi" che durò, pur con qualche passaggio di mano tra Spagnoli e Francesi, fino al 1815.

Memorabile fu la battaglia navale - terrestre del 12 - 14 giugno 1646 quando si affrontarono la flotta attaccante francese comandata dall'Ammiraglio Duca Armando di Brezé (+ 13 giugno 1646) e successivamente dal Conte di Ognon e la flotta difensiva spagnola comandata dall'Ammiraglio Pimiento e successivamente dal Conte di Montalto.

Porto Santo Stefano

Porto Santo Stefano

I Francesi vinsero e fino al 1735 i fiordalisi di Francia sventolarono sull'Argentario al posto dei gigli di Castiglia.










Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su





Torna in testa alla pagina



Castelli e fortezze
Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/01




E-mail webmaster@fortezze.it


Prodotto e realizzato da:
acpb - Internet and multimedia services

Copyright © acpb / Castelli e Fortezze