Castelli, fortezze e città fortificate
| Home | Castelli Chianti | Castelli Fiorentini | Castelli Senesi | Castelli Aretini | Castelli Maremma | Stato dei Presidi |
| Castelli Umbria | Rocca Radicofani | Rocca San Leo | Castelli da sogno | Grandi battaglie | Giostra Saracino | Giochi medioevali |

| Home castelli Arezzo | Castello Gargonza | Girifalco Cortona | Castello Poppi | Castello Romena | Castello Pierle | Castello Montecchio | Castello Cennina |

Castello dei Conti Guidi a Poppi



Risalendo la SS71 Umbro Casentinese appena dopo l'abitato di Bibbiena si trova, sulla sinistra, il bivio per la SS70 e da questa dopo circa 5 chilometri si arriva sotto il Castello dei Conti Guidi di Poppi.

Poppi ed il suo castello


Sull'esistente castello nel 1274 furono fatti pesanti lavori di ristrutturazione commissionati dal Conte Simone dei Conti Guidi da Battifolle e terminati dal figlio Guido da Simone dei Conti Guidi da Battifolle.

Castello dei Conti Guidi a Poppi


Nella piana sotto di esso, nel 1289 si svolse la famosa Battaglia di Campaldino (html file) dove le truppe Guelfe sbaragliarono le truppe Ghibelline e dove il fratello di Simone da Battifolle, il Conte Guido Novello, "se la batte a gambe" con le sue truppe di riserva.

La munizione La munizione


Se sono noti i Committenti della ristrutturazione non altrettanto noti sono stati gli architetti dell'edificio.

Castello dei Conti Guidi a Poppi Castello dei Conti Guidi a Poppi


Il castello, secondo il Vasari, fu costruito in due fasi distinte:

- nel 1274 venne commissionata a Lapo di Cambio dal Conte Simone da Battifolle la destra per chi guarda l'edificio (quella più piccola)

Castello dei Conti Guidi a Poppi


- nel 1291 (quindi dopo la battaglia di Campaldino e quindi alla fine del trecento) venne commissionata ad Arnolfo di Cambio dal Conte Guido di Simone da Battifolle la parte sinistra dell'edificio

Castello dei Conti Guidi a Poppi Castello dei Conti Guidi a Poppi


Su chi era Arnolfo di Cambio c'è molta diatriba:

c'è chi dice che fosse il figlio di Lapo (improbabile)

c'è chi dice che fosse un allievo di Lapo (probabile)

c'è chi dice che fosse addirittura Arnolfo di Cambio da Colle Val d'Elsa il progettista di Palazzo Vecchio a Firenze (improbabile)

A noi chi era interessa poco, però non si può fare a meno di notare la profonda differenza di impostazione tra le due parti: ad un solo ordine di bifore la prima contro i due ordini della seconda entrambe poste dentro arcate a tutto sesto.

Castello dei Conti Guidi a Poppi


Interessante è notare come, nonostante le due parti siano molto diverse, difficimente, se non lo si sa prima, ce se ne accorge al primo sguardo.

All'interno del castello tutto è spettacolare: a partire dalla parete con gli stemmi dei Vicari Fiorentini, per proseguire con la scala lignea del XIII secolo del Turriani (da cui secondo noi si è ispirato Escher), dalla biblioteca con oltre 20,000 "libri", agli affreschi sparsi un po' ovunque ...

la parete con gli stemmi dei Vicari Fiorentini

la parete con gli stemmi dei Vicari Fiorentini


La massiccia torre campanaria (scapitozzata ai primi del novecento) divide asimmetricamente le parti "rubando la scena", insieme alla piccola torre detta della "Munizione", al resto della struttura.

Al suo interno tutto è spettacolare: dalla biblioteca, agli affreschi, alla statua di Simone da Battifolle fino alla scala da cui (secondo noi) si è ispirato Escher. (html file)

Facciamo notare come pochissime sono le scale lignee arrivate fino a noi da XIII secolo in queste splendide condizioni.

Oggi il castello è di proprietà del Comune di Poppi.

La visita al castello, vivamente consigliata, è a pagamento.


Devi andare in USA per lavoro o turismo? Allora hai bisogno dell'Eletronic System of Travel Authorization per gli USA.

Con i servizi offerti da ESTA la ottieni in solo 48 ore.




fortezze.it
Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/2001



oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su








fortezze.it è pubblicato con
Licenza Creative Commons
























Castello di Brolio