Castelli, fortezze e città fortificate
| Home | Castelli Chianti | Castelli Fiorentini | Castelli Senesi | Castelli Aretini | Castelli Maremma | Stato dei Presidi |
| Castelli Umbria | Rocca Radicofani | Rocca San Leo | Castelli da sogno | Grandi battaglie | Giostra Saracino | Giochi medioevali |

| Home castelli Arezzo | Castello Gargonza | Girifalco Cortona | Castello Poppi | Castello Romena | Castello Pierle | Castello Montecchio | Castello Cennina |

Castello di Romena



Il poggio di Romena è stato abitato fin dall'antichità dai Tusci prima, dagli Etruschi (da cui prese il nome derivato da Ormena-Rumeni) poi ed infine dai Romani che ci edificarono un castrum.

E su questo castrum, che dalla riva destra dell'Arno sopravasta Pratovecchio in Casentino, intorno al 1100 i Conti Guidi vi costruirono lo omonimo castello.

Castello di Romena Castello di Romena


Il castello rimase di proprietà dei Conti Guidi di Romena fino al 1357 quando fu venduto alla repubblica di Firenze.

La storia del castello di Romena si incrociò con una delle più note battaglie medioevali: la battaglia di Anghiari.

Qui il 29 Giugno del 1440 si svolse una "polverosa" battaglia tra il condottiero Niccolo' Piccinino, al soldo di Filippo Maria Visconti di Milano, contro una coalizione guidata dalla Repubblica Fiorentina e comprendente le truppe Papali di Eugenio IV e cavalieri veneziani.

Castello di Romena Castello di Romena


La battaglia si combatte al pomeriggio e si concluse a notte fonda con la vittoria della coalizione.

Ma cosa c'entra la battaglia di Anghiari con il castello di Romena?

E' semplice.

La storia ci dice che il Piccinino, prima di essere sconfitto ad Anghiari, abbia conquistato vari castelli appartenenti ai Conti Guidi tra cui anche il Castello di Romena.

Il castello, che fu uno dei più importanti nel Casentino, era dotato di una doppia cinta di mura con numerose torri (11?), tre porte e, dentro la cerchia di mura interna, il cassero.

Addossata al cassero c'era la torre della Postierla con ponte levatoio che sovrastava il fossato a secco.

A fianco del cassero c'era inoltre il possente Mastio dalle mura di oltre due metri di spessore.

Castello di Romena Castello di Romena


Il castello ha avuto anche l'onore di finire citato nella Divina Commedia di Dante Alighieri per l'episodio di Mastro Adamo (Inferno XXX 46-90), il falsario che al soldo dei Conti Guidi coniò fiorini falsi (mandò quasi in bancarotta Firenze!) fino a che non fu catturato e bruciato vivo.

Del castello (restaurato verso fine degli anni 90) oggi restano integri solo alcuni tratti del cassero e del Mastio ed alcuni tratti di mura.

Il castello è visitabile a pagamento nei mesi estivi, mentre è chiuso nei mesi invernali.

Il numero di telefono cui potete rivolgervi per visitarlo, ripetiamo solo nel periodo estivo, è il seguente 3385231501.



Si ringrazia la Contessa Daniela Goretti de' Flamini per la collaborazione alla scrittura di questa pagina e per tutte le foto ricevute e da noi pubblicate.


Devi andare in USA per lavoro o turismo? Allora hai bisogno dell'Eletronic System of Travel Authorization per gli USA.

Con i servizi offerti da ESTA la ottieni in solo 48 ore.




fortezze.it
Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/2001



oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su








fortezze.it è pubblicato con
Licenza Creative Commons
























Castello di Brolio